La vita è nella mente

Perché non dovresti punire tuo figlio e cosa invece potresti fare

Quando ti arrabbi con tuo figlio per il suo comportamento scorretto, il modo che ti sembra più semplice per educarlo è usare qualsiasi tipo di punizione, come mandarlo nella sua stanza, portare via i suoi giocattoli preferiti o persino sculacciarlo.

Sebbene possa sembrare che tu abbia raggiunto i tuoi obiettivi e fermato il cattivo comportamento, gli psicologi credono che punire porti solo a risultati temporanei.

Suggeriscono invece altri modi efficaci per crescere i tuoi figli che potrebbero aiutarti a lungo termine.

Perché la punizione fa male a te e a tuo figlio:

Risultato immagini per Why You Shouldn’t Punish Your Children and What You Can Do Instead"

1. Indica che stai reagendo in modo eccessivo

Solitamente senti il ​​bisogno di punire quando tuo figlio, consciamente o inconsciamente, ti ferisce con le sue azioni.

E’ molto difficile per te rimanere calmo, quindi inizi a contrattaccare punendolo per far sentire anche a lui questo dolore.

Queste esplosioni di emozioni negative colpiscono sia te che il tuo bambino e possono effettivamente portare ad alcune gravi conseguenze, tra le quali le lesioni fisiche.

2. È un comportamento pigro

La punizione è la forma più semplice di comunicazione con i tuoi figli: loro fanno qualcosa che non ti piace e tu fai qualcosa che non gli piace in cambio, nessuna negoziazione e nessuna spiegazione.

Questo potrebbe essere davvero allettante dal momento che non richiede alcuno sforzo da parte tua, ma non è sicuramente il modo giusto di crescere una persona felice e sana.

3. Impedisce a tuo figlio di sviluppare l’autodisciplina

L’obiettivo principale dei genitori è quello di educare una persona che sarà pronta a prendere le proprie decisioni in base alla propria esperienza.

Ma se punisci spesso i tuoi figli e non dici loro delle conseguenze delle loro azioni, non saranno in grado di capire da soli cosa è giusto e cosa è sbagliato in futuro.

Questi bambini di solito non hanno alcuna autodisciplina o senso di empatia perché nessuno ha insegnato loro queste cose essenziali.

Sanno solo che c’è una parte di loro che è indesiderabile o cattiva, e ai loro genitori non piace.

4. Non cambia il comportamento di tuo figlio

I bambini non possono imparare quando hanno paura, mancanza di rispetto o ribellione. Ed è esattamente quello che provano quando li punisci.

Quindi, anche se potresti pensare che stai insegnando loro il comportamento corretto con le tue punizioni, in realtà stai inviando loro un semplice messaggio: “hai fatto qualcosa di sbagliato e questa è la conseguenza del tuo comportamento”.

Questo messaggio mette un bambino in una posizione scomoda e le sue emozioni negative possono essere soffocate e apparire più tardi quando la situazione si ripeterà.

5. Riduce l’autostima di tuo figlio

Nella maggior parte dei casi, i bambini rispondono alla punizione nel modo seguente: “I miei genitori non mi amano e ci deve essere qualcosa di sbagliato in me”.

Anche se non hai intenzione di far sentire tuo figlio così, la tua punizione lo fa comunque .

Non c’è da meravigliarsi che ciò possa danneggiare la salute mentale della prole e lasciarle con gravi problemi psicologici per il resto della loro vita.

6. Promuove la paura

La prossima volta che punisci tuo figlio, poniti una semplice domanda: vuoi che abbia paura di te? Molto probabilmente, la tua risposta sarà un no.

Il punto è che la punizione crea sempre una relazione basata sulla paura. Questa relazione rende i bambini ansiosi nei confronti dei propri genitori per qualsiasi loro comportamento che potrebbe essere giudicato inappropriato.

Certo, i tuoi figli potrebbero comportarsi come angeli quando sei in giro, ma semplicemente per paura e non perché ne hanno voglia o hanno veramente capito i loro errori precedenti. Alle tue spalle, sicuramente agiranno allo stesso modo.

7. Rovina la tua relazione

La punizione semplicemente non appartiene ad una relazione d’amore. Al contrario, crea un muro infinito tra te e i tuoi figli.

Questo muro di incomprensioni e di aggressività nascosta rende entrambe le parti insoddisfatte dei loro ruoli familiari.

Di conseguenza, la punizione riduce la tua efficacia come genitore.

Quando i tuoi figli cresceranno, non si rivolgeranno a te né chiederanno consigli o aiuto. Cercheranno l’amore in altri luoghi, alcuni dei quali potrebbero rivelarsi errati.

8. Invita alla ribellione

La punizione può anche essere inefficace perché porta ad emozioni sbagliate.

Quando tuo figlio fa qualcosa di brutto, preferiresti sicuramente che si sentisse in colpa per le sue azioni e che cercasse di cambiare il proprio comportamento in meglio.

Ma, nonostante le tue speranze, lui si sente risentito e a volte inizia a comportarsi anche peggio di prima.

La ragione di ciò è abbastanza semplice: uno stile genitoriale autoritario con punizioni frequenti, fa solo loro desiderare di farti del male a sua volta e pensare a come non farsi prendere la prossima volta.

9. Mostra che il potere può risolvere qualsiasi cosa

Agli occhi dei tuoi figli, sei la più grande fonte di potere e autorità. Quindi se abusi della tua forza fisica e mentale su di loro per far rispettare le tue punizioni, penseranno che questo va bene e che è così che il mondo dovrebbe girare.

Questo comportamento fornisce una ricetta perfetta per il bullismo: a loro volta, i tuoi figli potrebbero anche mostrare il loro potere su coloro che sono più deboli o inferiori a loro, oltre a pensare di poter ottenere ciò che vogliono usando la loro forza.

Cosa puoi fare invece di punire:

Risultato immagini per Why You Shouldn’t Punish Your Children and What You Can Do Instead"

Pensa strategicamente

Se sai che tuo figlio è incline ad attirare l’attenzione mentre acquisti generi alimentari, prova a pianificare le cose in anticipo: porta degli snack per distrarre la sua attenzione o alcuni giocattoli.

Mostragli il tuo amore

A volte, quando tuo figlio sta facendo capricci, tutto ciò che devi fare è dargli un forte abbraccio. Probabilmente il tuo bambino dimenticherà il motivo del suo comportamento scorretto e si lascerà coccolare.

Datti dei brevi time-out

La regola d’oro è un minuto per ogni anno dell’età di tuo figlio.

Questo breve periodo di tempo ti aiuterà a schiarirti le idee e a capire come gestire meglio le cose.

Scopri le ragioni del suo comportamento scorretto

Parla con i tuoi figli quando sono di buon umore e chiedi loro perché si comportano in quel modo particolare.

Potrebbe esserci una buona ragione e, molto probabilmente, i tuoi figli saranno pronti a parlarne con te, ma solo se saprai ascoltarli.

Imposta le regole insieme

La prossima volta che discuterai delle faccende che tuo figlio ha nuovamente  dimenticato di fare, non comportarti come un genitore autoritario che mantiene sempre la propria posizione.

Lascia invece che i tuoi figli stabiliscano da soli le regole. Potrebbero creare la propria tabella delle faccende domestiche o impostare i propri limiti su quanta TV guardare ogni giorno.

Ciò li aiuterebbe ad imparare l’autodisciplina in un modo migliore.

Insegnagli a scusarsi

Quando tuo figlio fa scenate, è molto facile per te perdere la calma e usare parole dure con lui. Ma se senti di aver esagerato con i rimproveri, fai un respiro profondo e gli dici che hai fatto un errore e che ti dispiace.

Mostrare ai tuoi figli che tutti commettono errori e insegnare loro a scusarsi può essere l’esempio più importante di tutti.

Insegnagli ad assumersi la responsabilità delle sue azioni

Punire tuo figlio per aver versato accidentalmente un bicchiere di latte non sarà il modo migliore per aiutarlo.

Ma mostrargli invece che dovrebbe assumersi la responsabilità delle sue azioni e aiutarlo a ripulire il pasticcio lo sarà sicuramente.

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: