Crea sito

Non esiste una diagnosi di depressione, c’è una diagnosi di mancanza di amore

Non esiste una diagnosi di depressione, c’è una diagnosi di mancanza di amore

Tutti, giovani e vecchi, uomini e donne, ricchi e ordinari, cattivi e gentili – tutti cercano, aspettano, esigono, meritano, sperano nell’amore.
Un esempio di questo è il mio slogan: “Non esiste una diagnosi di depressione, c’è una diagnosi di mancanza di amore!”,
Qual è il paradosso di questo sentimento. E tutto è semplice, l’amore inizia con la persona stessa.
Banale – forse una frase comune – sono d’accordo!
Proverò a trasmettere il significato per rivelare questa frase molto generale.
Cominciamo con la scienza
Ogni persona ha bisogno di basi, senza i quali morirebbe semplicemente.
Come cibo, acqua, servizi igienici, sonno.
Se una persona non mangia, morirà.
Quindi queste stesse esigenze di base includono l’amore e l’approvazione.
Siamo sociali, non possiamo vivere senza la società, che ci piaccia o no.
E se non otteniamo l’approvazione delle persone , iniziamo anche a soffrire, come vivere senza acqua costante nell’organismo.
Una persona deve rendersi conto di ogni bisogno di base.
Amore e approvazione, prima devi imparare come arrivare a te stesso e solo allora, come il cibo, da condividere con qualcuno.
Da dove cominciare?
Poiché la personalità si sviluppa in tre direzioni: corporale, emotiva e mentale.
È improbabile che una persona che ignora almeno una di queste aree di sviluppo si senta calma e sicura, il che significa che c’è un grande rischio di cercare questa pace da qualche parte.
E questo è un grosso rischio, sempre a seconda di chi dà questa tranquillità.
corpo
Il corpo è la casa della nostra anima.
Certo, oggi è un peccato lasciarsi andare corporarmente, c’è un’enorme industria e molte opportunità per mantenere il tuo corpo in buona forma.
La tonicità è tensione e la tensione corporea è sentimenti e pensieri intensi.
Se almeno una volta al giorno, parleremmo con il corpo e faremo ciò che vuole.
Non puoi semplicemente usare il corpo, devi periodicamente e in media 2 ore alla settimana dargli piacere, relax, al fine di ripristinare le risorse.
Il lato emotivo del problema
Devo dire subito: il più difficile.
Invece di sentimenti o emozioni, esprimi i tuoi pensieri!
Mai, e dico mai, i pensieri sostituiscono i sentimenti.
Possiamo ignorare le emozioni, controllarle, ma non si dissolveranno da nessuna parte, sono e fanno parte del nostro corpo, della nostra vita.
Quando la natura ha creato la nostra psiche, apparentemente non prevedeva che alcuni sentimenti fossero cattivi e altri buoni.
Ogni società usa le proprie idee sulla moralità.
Ad esempio, oggi devi essere positivo.
Oggi hai sempre bisogno di essere te stesso, non escludendo rabbia e tristezza, delusione e timore reverenziale …
L’esclusione di qualsiasi emozione rende la vita inferiore.
Non  iniziare a odiare tutti o esprimere rabbia. Chiedi onestà con te stesso.
– Sono arrabbiato!
– Perché?
– Perché ho paura.
– Di cosa ho paura?
– Sono senza lavoro.
“Cosa succede se vengo licenziato?” E così via
Quindi siamo arrivati ​​ai pensieri, all’unica generosità che una persona può controllare.
Sai perché è difficile controllare i pensieri, perché non li vediamo.
Nei pensieri è molto facile perdersi, soccombere a loro.
Molto spesso questo accade quando una persona non ha obiettivi e viceversa, l’obiettivo prevale sulla vita stessa.
Per evitare perdite, almeno una volta alla settimana chiediti: perché vivo?
Come sto vivendo Chi mi circonda? e cosa posso fare per cambiare la mia vita, perché nessuno tranne te lo sa e non lo farà!
Vi auguro sinceramente tutta la gioia e l’amore.
Sii felice!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.